Racconto 272

Fin da piccola ero attenta ai percorsi stradali che facevo in auto…
Io adoravo il formaggio, così ricordavo benissimo i luoghi in cui le latterie piazzavano la mega forma di formaggio a scopo pubblicitario nel parcheggio.
Il parcheggio di una latteria è enorme, ci devono passare i camion che portano il latte!
Ricordo che mio padre d’estate mi portava con lui a fare il giro di raccolta, non quello del mattino perché era troppo presto per me, ma quello della sera. Si entrava in molti cortili di campagna, spesso c’erano cani da guardia, ma io non avevo paura, perché tutti conoscevo il camion del “latarolo” e quando mio padre scendeva, i cani gli andavano incontro per salutarlo. Finito il giro si procedeva con la consegna in latteria, si “scaricava” il latte con degli strani tubi e io dovevo avere pazienza mentre papà finiva il suo lavoro; ne approfittavo per avvicinarmi alla forma di formaggio che c’era in parcheggio: era veramente grande o forse ero io che ero piccola?
Ora che sono mamma faccio la spesa allo spaccio lattebusche, entrando in parcheggio
ammiro quella forma di formaggio e ricordo i bei momenti dell’infanzia.
Il latte è bianco, sano, ma anche i mini stecchi sono favolosi, nessuna marca batte quelli di lattebusche!
Tornando all’inizio del racconto, ricordo ancora quanto rideva mia madre quando urlavo in auto:- Siamo nella strada dove c’è il formaggio grande!
Era lo spaccio di lattebusche.

Free Download WordPress Themes
Download Best WordPress Themes Free Download
Download WordPress Themes Free
Download Premium WordPress Themes Free
ZG93bmxvYWQgbHluZGEgY291cnNlIGZyZWU=
download mobile firmware
Download Nulled WordPress Themes
free download udemy paid course

da merys

Inviaci la tua opinione

1 commento

  1. FabiolaPegoraro dice:

    Bel testo complimenti